… E CHI CI HA LASCIATO

Il bello di far parte del nostro Gruppo, e in modo particolare del Consiglio Direttivo e dei collaboratori tutti, sono i rapporti di amicizia forti che si instaurano, che durano nel tempo e che, grazie alla condivisione degli ideali del dono, della solidarietà e dell’amicizia, ci permette di fare insieme tante attività senza grande fatica, godendo della gioia di stare insieme.
Purtroppo a volte succedono cose che non vorresti mai che succedessero, come quando in famiglia qualcuno se ne va, per un impegno più o meno lungo o per sempre. A volte contro la propria e la nostra volontà…

e a volte perché ci lasciano per sempre.

Del nostro Gruppo, in quasi 60 anni di attività, a lasciarci sono stati in molti, alcuni già li ricordiamo nel libro de “la nostra Storia”. Ricordiamo Casati, Sciascia e tanti altri che hanno fatto tanto per Avis. Ogni anno, il 2 Novembre, ricordiamo tutti i defunti avisini con una corona di fiori e con la nostra presenza al cimitero monumentale di Mantova.

In questa pagina vogliamo però ricordare in particolare i collaboratori e gli amici che abbiamo perso negli ultimi anni e che hanno camminato al nostro fianco, con i quali abbiamo lavorato, litigato e scherzato insieme, in tanti bei momenti. Ci resta la serena convinzione che ora loro, oltre che nel nostro cuore e nei nostri ricordi più cari, sono ancora al nostro fianco, in questo impegno a consigliarci per il meglio.

Un caro saluto alle loro famiglie da tutti noi

Gentile Favini
Gentile Favini
Giacomo e Giuseppe Lemmo
Geppe Lemmo
Fernando Pignatti, grande amico dell'AVIS
Fernando Pignatti

Corrado Milito

Luciano Caletti

Giacomo Bruffaldi

Luigi Zuffi e Maria

Giorgio Boni

Preghiera del Donatore di Sangue

O Gesù Salvatore, che hai detto:
“Tutto ciò che avete fatto a uno dei più piccoli
tra i miei fratelli, l’avete fatto a me”, (Mt 25,40)
guarda propizio all’offerta, che Ti facciamo.
Le angosce dei sofferenti, Tuoi fratelli e nostri,
ci spingono a dare un po’ del nostro sangue
perché ad essi ritorni il vigore della vita;
ma vogliamo che tale dono sia diretto a Te,
che hai sparso il Tuo sangue prezioso per noi.
Rendi, o Signore, la nostra vita feconda di bene
per noi, per i nostri cari, per gli ammalati;
sostienici nel sacrificio, perché sia sempre
generoso, umile e silenzioso.
Fa’ che con fede sappiamo scoprire il Tuo volto
nei miseri per prontamente soccorrerli; ispira e
guida le nostre azioni con la pura fiamma della
carità, affinché esse, compiute in unione con
Te, raggiungano la perfezione e siano sempre
Gradite al Padre Celeste.
Così sia.

Joannes PP XXIII

Start typing and press Enter to search